Calcolo a fatica semplificata secondo EN13445-3 Clause 17

Con NextGen è possibile eseguire un calcolo a fatica "by formulae" per progetti secondo la normativa EN13445. Questo permette di eseguire un calcolo a fatica in maniera più semplice e rapida rispetto a metodi che prevedano il passaggio per un analisi ad elementi finiti.

Il calcolo si divide sostanzialmente in due parti:

  • La definizione a livello di Item degli estremi di calcolo e del numero di cicli richiesti
  • La definizione a livello di componenti dei dettagli di saldatura o di parti non saldate soggette a fatica

La definizione generale del calcolo avviene nelle proprietà dell'Item (File > Item properties > Fatigue). I dati vanno compilati come segue, abilitando il calcolo mediante l'apposita casella di spunta:

Eseguita questa operazione, aprendo i componenti in modalità modifica sarà visibile una nuova linguetta "Fatigue". Tramite questa linguetta (disponibile su tutti i componenti per i quali è possibile eseguire un calcolo a fatica) vanno impostati il dettaglio o i dettagli riguardanti le saldature e le zone critiche non saldate. Attenzione, la sola definizione delle proprietà del calcolo a fatica non determina alcun calcolo in concreto: solo i componenti per i quali vengono definite le caratteristiche saranno calcolati a fatica.

Di seguito viene illustrata la schermata di definizione per le saldature di un cilindro:

Nell'esempio sono state definite sia le caratteristiche della saldatura longitudinale che di quella circonferenziale. Per la longitudinale è stata scelta una combinazione generale di imperfezioni mentre per la circonferenziale è stato definito un offset. Per entrambe le saldature sono state definite due classi differenti di saldatura.

Tutte le proprietà del calcolo a fatica sono dotate di help contestuale (pulsante "?"), consultabile dall'utente in qualsiasi momento per avere chiarimenti e tabelle tratte dalla norma.

La validazione del calcolo avviene come il normale calcolo a pressione, in tempo reale nel momento in cui tutti i dati richiesti sono compilati. I dettagli del calcolo sono disponibili nel report; il report del componente specifico viene arricchito con le sezioni di verifica dei suoi dettagli:

Il report completo dell'intero apparecchio riporta una pagina di riepilogo indicante l'apporto di ogni dettagli nel computo totale dell'analisi a fatica.


Autore: Matteo Bagattini
Pubblicato il: 08/03/2017


Feedback